Tibet 2015

Le adozioni a distanza

Gli aiuti raccolti nel 2015 hanno raggiunto tutti i circa 2.000 bambini e ragazzi del distretto di Dakshu, e le loro famiglie.
Hanno ricevuto aiuti anche le famiglie composte da anziani soli e privi di mezzi di sostentamento.
I bambini e ragazzi adottati sono stati identificati e fotografati, ma gli aiuti sono stati divisi in modo uguale tra tutte le famiglie dei villaggi per non creare difficoltà all’interno delle piccole comunità.
Sono state distribuite e tradotte dai volontari locali le lettere giunte dai benefattori.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
clicca per vedere la galleria

La distribuzione nelle scuole

Nella scuola del villaggio di Nye, la più grande del distretto, nel dicembre 2015 si è svolta alla presenza delle autorità locali la distribuzione dei materiali scolastici necessari per tutto l’anno scolastico: zaini, uniformi scolastiche imbottite, cappelli, quaderni, libri, penne, matite, gomme e temperini.
Una ad una le diverse classi del distretto sono state chiamate e i ragazzi hanno potuto ritirare i loro piccoli tesori: una giornata di gioia e di grande festa per tutti!

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
clicca per vedere la galleria

Le classi

Terminata la distribuzione dei materiali scolastici i ragazzi hanno fatto ritorno alle loro classi, molte delle quali quest’anno sono state dotate di nuovi banchi.
Dall’inizio del programma di adozione a distanza la percentuale di bambini dei villaggi che frequentano la scuola è andata via via crescendo: dopo i 6 anni delle elementari, molti arrivano alle scuole superiori (dalla 7° alla 12°) e qualcuno riesce persino ad accedere agli studi universitari!
Le opportunità di lavoro nella vicina città di Shigatse sono andate migliorando negli ultimi anni, e molti ragazzi dopo il diploma di scuola media superiore riescono a trovare un impiego.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
clicca per vedere la galleria

I Monasteri

Gli aiuti hanno raggiunto nel 2015 diversi piccoli Monasteri in Tibet, nei quali si tramanda la preziosa e antica tradizione spirituale.
La vita monastica è estremamente semplice ed essenziale: i monaci si svegliano alle 4 del mattino e durante la giornata alternano la preghiera allo svolgimento dei compiti essenziali per la comunità.
Gli aiuti ricevuti vengono ripartiti in egual modo tra tutti : sono destinati a coprire le necessità primarie dei monaci, al mantenimento degli edifici sottoposti al clima estremo dell’altopiano tibetano, all’acquisto di libri e testi di studio.
Spesso i Monasteri accolgono anche anziani soli e privi di mezzi di sostentamento, che trovano una famiglia e un importante aiuto materiale.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
clicca per vedere la galleria

Potrebbero interessarti anche...