Nepal 2018

ADOZIONI A DISTANZA

Nel corso dell’anno scolastico 2018-2019, 365 sostenitori hanno offerto aiuto finanziario a bambini in età scolare in Nepal.
I bambini che beneficiano di questo progetto provengono da famiglie che non sono in grado di provvedere alla loro istruzione. La maggior parte dei genitori sono operai, tessitori, mendicanti, addetti alle pulizie, muratori o manovali che lavorano nei cantieri edili o stradali. Queste famiglie hanno entrate scarsissime e, dopo aver pagato l’affitto e aver provveduto alle necessità quotidiane, non hanno il denaro per pagare l’iscrizione e il materiale scolastico per i loro figli. I bambini senza aiuto non avrebbero la possibilità di frequentare la scuola. Molte famiglie incontrano difficoltà incredibili – alcuni hanno contratto debiti per poter iscrivere i loro figli a scuola e vanno avanti facendo sacrifici quotidiani nella speranza che il loro bambino possa trovare un sostenitore a distanza .
Pagelle, lettere e foto sono stati regolarmente raccolti e inviati ai benefattori.
Il progetto per le adozioni a distanza ha anche sostenuto giovani monaci, diversi anziani e alcuni bambini disabili.
Grazie alla gentilezza dei loro sostenitori, quest’anno 81 studenti hanno avuto la possibilità di accedere all’istruzione superiore.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
clicca per vedere la galleria

DISTRIBUZIONE DI MATERIALI SCOLASTICI

Da alcuni anni l’Associazione distribuisce materiali scolastici ai bambini di diverse scuole di villaggio.
E’ sempre un momento molto atteso e di grande gioia per tutti i bambini, i loro genitori, gli insegnanti e i volontari. In questi villaggi la fonte di reddito deriva quasi esclusivamente dall’agricoltura e questo significa che non ci sono disponibilità economiche per comprare articoli “di lusso” come il materiale per la scuola.
Offrendo ai bambini penne, matite, quaderni e altro materiale per lo studio incoraggiamo le famiglie a mandare i propri figli a scuola. I bambini più piccoli sono stati molto contenti quest’anno di ricevere matite colorate!
Abbiamo aiutato i bambini della scuola di Mahendra Rastrya Adharbhoot, la scuola Ghan Jyoti Adharbhat e la scuola secondaria Shree Bagh Bhairab.
A beneficiare del nostro programma di distribuzione sono stati anche i 26 bambini che vivono nell’orfanotrofio Jorpati di Kathmandu, i 14 bambini che vivono nel piccolo gruppo della Hope Foundation e i 55 giovani monaci del monastero di Sed Gyued. Quest’anno siamo stati anche in grado di fornire cancelleria ai giovani monaci della scuola Serpom nel sud dell’India.
Abbiamo donato a ogni struttura anche forniture per ufficio e giochi da tavolo.

Anche nel 2018, come ormai da alcuni anni, abbiamo sostenuto i costi annuali di gestione della scuola primaria Shree Jana Bhuwana del villaggio di Shikharpur. La scuola ha bisogno di fondi per pagare gli insegnanti, per sostenere i costi generali di gestione, per l’acquisto di libri e cancelleria, per garantire l’istruzione a 70 alunni provenienti dai villaggi vicini.

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
clicca per vedere la galleria

GANGCHEN SAMLING SCHOOL

Nuovo edificio scolastico
Gli studenti della Gangchen Samling School hanno iniziato il loro anno scolastico (da aprile 2018) in un nuovo edificio scolastico. Il vecchio edificio non era più in grado di ospitare il crescente numero di studenti, quasi tutti adottati a distanza, e dopo 15 anni di utilizzo aveva bisogno di parecchi interventi di manutenzione: è stato quindi completamente ristrutturato un edificio più grande nelle immediate vicinanze. Il nuovo edificio offre 12 aule extra, un’area giochi all’aperto più grande, un palco per spettacoli, una cucina, una sala musica, un laboratorio di scienze, una sala computer, numerosi servizi igienici e acqua sicuramente potabile.
Il nuovo edificio consentirà alla scuola di aumentare il numero di studenti e studentesse a circa 650. Ci sarà anche spazio sufficiente per iniziare corsi di formazione professionale in futuro, molto probabilmente per elettricisti e idraulici.
Lo staff è composto da 43 persone tra insegnanti, assistenti, custodi.
Durante la sua visita Lama Gangchen ha celebrato una cerimonia di apertura e di benedizione e come sempre i bambini hanno messo in scena con entusiasmo uno spettacolo di canto e danza per tutti i visitatori.
La scuola sta attirando un numero crescente di alunni grazie all’alta qualità dell’istruzione e alla ottima reputazione di cui gode nella zona.
Quest’anno 22 studenti della scuola hanno sostenuto l’esame di diploma di Stato e tutti hanno ottenuto voti molto alti: in particolare uno studente ha meritato una votazione molto difficile da ottenere! Tutti questi ragazzi e ragazze continueranno a studiare.
I bambini più piccoli vengono educati usando il metodo Montessori, e in tutte le classi viene prestata molta attenzione non solo alla qualità dell’insegnamento, ma anche allo sviluppo personale di ogni bambino. Molte famiglie che vivono nelle aree vicino alla scuola, nella periferia di Kathmandu, dove il reddito è molto basso, chiedono che i loro figli siano ammessi, anche nella speranza che il loro bambino possa trovare un sostenitore a distanza!

Quest’anno sono stati stanziati i fondi per l’installazione di pannelli solari. Ciò significa che la scuola sarà indipendente dalla instabile fornitura di energia elettrica di Kathmandu, ma soprattutto utilizzerà una fonte di energia pulita.

Musica e danza
La Scuola continuerà a mettere a disposizione lezioni di musica e danza per ogni bambino, di qualsiasi età, che desideri partecipare. Le lezioni si svolgono prima dell’inizio della giornata scolastica. I bambini sono entusiasti e si impegnano molto nella preparazione degli spettacoli. È meraviglioso vedere quanto apprezzino questi momenti di puro divertimento e creatività. Nel nuovo edificio scolastico è stata prevista e attrezzata una sala della musica.


Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
clicca per vedere la galleria

Istruzione Superiore
Ogni anno cresce il numero di studenti che frequentano corsi di istruzione superiore. Quest’anno scolastico sosteniamo 81 studenti che frequentano il college (classi 11 e 12) e l’università. Molti di loro hanno scelto di studiare materie che daranno loro maggiori opportunità di trovare lavoro: gestione alberghiera, studi commerciali, contabilità, insegnamento e studi sociali sono tra i corsi più popolari. Siamo molto orgogliosi dei risultati che questi studenti stanno ottenendo; tra loro ad esempio Deepa Karki, che abbiamo sostenuto da quando ha iniziato la scuola, si è laureata quest’anno e ha trovato lavoro negli uffici di un quotidiano nazionale!

ASSISTENZA SANITARIA

Medicina
Siamo stati in grado di offrire un sostegno concreto al dispensario nel distretto di Mawakanpur con una ricca fornitura di medicinali tra i più richiesti e necessari. Questo ambulatorio si occupa dell’assistenza sanitaria primaria di circa 8.000 persone che soprattutto durante la stagione delle piogge, causa l’ingrossarsi dei fiumi e l’interruzione per diversi mesi delle vie di comunicazione, sono impossibilitate ad usufruire di altri servizi medici. Quest’anno abbiamo fornito: antibiotici, farmaci antidolorifici, antisettici, medicine per la tosse, vitamine … Vorremmo ringraziare i nostri amici del Monastero di Serpom che ci hanno aiutato trasportando e consegnando le medicine, alla presenza di funzionari locali.


Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
clicca per vedere la galleria

EMERGENZA

Distribuzione di Coperte
A marzo l’Associazione è stata in grado di distribuire centinaia di grandi coperte imbottite in due villaggi: Thöse e Gaushala nel distretto di Mahottai nel sud Nepal. Le coperte, prodotte presso il Centro professionale Gangchen Drupkhang di Kathmandu, sono state donate in primo luogo agli anziani, ai malati, ai disabili e alle famiglie.Gli abitanti dei villaggi in questa parte della regione del Terai, appartenenti alla casta degli “intoccabili”, si guadagnano da vivere coltivando zucchero di canna e hanno bisogno di aiuto anche per soddisfare le necessità più basilari. Molti di loro hanno perso l’abitazione e ogni avere nel corso di pesanti inondazioni che hanno colpito la regione nell’estate 2017.Siamo molto grati al nostro amico e sostenitore Thonla Sonam che ha intrapreso il lungo e difficile viaggio per garantire la consegna degli aiuti ai più bisognosi.Le condizioni in questi villaggi sono tra le peggiori che abbiamo mai visto: siamo felici di aver portato almeno un po’ di conforto a queste persone.


Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
clicca per vedere la galleria

Fondo di Emergenza
Siamo molto grati per i contributi al nostro fondo di emergenza, che ci consentono di aiutare immediatamente anziani, disabili e malati, persone in grave e urgente stato di necessità.Le donazioni raccolte in questo fondo vengono usate per assicurare che le persone più vulnerabili abbiano un posto sicuro in cui dormire, cibo e cure mediche. Abbiamo molte richieste al Fondo di emergenza da parte di persone che stanno vivendo situazioni di estrema difficoltà o che hanno esigenze specifiche come doversi sottoporre a interventi chirurgici, o trovare un posto in cui vivere. Il Fondo è molto importante in quanto ci dà la possibilità di offrire un aiuto immediato in situazioni di grave urgenza. Ad esempio Dhan Bhadur, il padre di uno dei nostri studenti, sta facendo la dialisi in un ospedale di Kathmandu e ha bisogno di aiuto per le spese di viaggio; Ishwori è appena arrivata a Kathmandu con la figlia disabile e ha bisogno di supporto per affrontare le spese per un alloggio…

Orfanotrofi
Quest’anno siamo stati in grado di aiutare la Hope Foundation e l’orfanotrofio Jorpati. La Hope Foundation è una piccola casa che ospita 14 bambini di strada, mentre l’orfanotrofio Jorpati ospita 26 bambini di età compresa tra 4 e 16 anni.


Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
clicca per vedere la galleria

AIUTO AI MONASTERI TIBETANI

Monastero di Sed Gyued, Kathmandu
Il monastero attualmente ospita 59 giovani monaci (di età inferiore ai 16 anni) e incontra molte difficoltà poiché la gestione e la manutenzione del monastero dipende interamente dalle donazioni.Molti dei piccoli monaci sono arrivati al Monastero perché hanno perso la loro famiglia durante il sisma del 2015, o talvolta perchè le loro famiglie non sono in condizione di mantenerli e li affidano alla struttura monastica affinchè siano nutriti, istruiti e curati. Il crescente numero di giovani monaci mette a dura prova le risorse finanziarie disponibili. Da anni l’Associazione sostiene questo monastero e, oltre a trovare benefattori per sostenere a distanza i giovani monaci, sta attualmente pagando gli stipendi per gli insegnanti e un assistente (per aiutare con la cura generale dei monaci più giovani e la pulizia).
Attraverso le nostre donazioni cerchiamo di garantire che gli ospiti abbiano le migliori condizioni possibili per studiare e per vivere. Anche quest’anno i bambini che vivono nel monastero hanno ricevuto nuovi materassi, lenzuola e coperte invernali. La nuova sala da pranzo è finalmente pronta e arredata, il che significa che i monaci avranno spazio per sedersi e mangiare al chiuso durante l’inverno e la stagione monsonica.


Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
clicca per vedere la galleria

NUOVO PROGETTO 2018-19

PROGETTO ACQUA
La popolazione del Villaggio di Chapakhori in Nepal vive senza disponibilità immediata di risorse idriche necessarie per il consumo umano, per l’igiene e per le necessità degli animali.
L’approvvigionamento idrico nell’area ha subito un ulteriore impoverimento a causa del terremoto del 2015. Attualmente il villaggio è abitato da 400 famiglie (circa 2000 persone), le case non hanno allacciamento diretto all’acqua e i punti di rifornimento nel villaggio (fontane) sono asciutti. Ogni giorno, a volte più volte al giorno, la gente del villaggio deve percorrere una lunga e ripida strada fino alla base della collina su cui sorge il villaggio, per poter raggiungere una modestissima sorgente d’acqua, riempire piano piano le taniche e risalire con il pesante carico sulle spalle.

Un primo sopralluogo è stato effettuato da un ingegnere idraulico nel febbraio di quest’anno, con un’ulteriore ispezione geologica a maggio. È stato elaborato un progetto dettagliato per aumentare la portata della sorgente e fare poi risalire l’acqua al villaggio mediante un sistema di pompaggio.
In un ulteriore viaggio a novembre l’ingegnere e il geologo hanno visitato il sito insieme allo staff di una società di perforazione nepalese per garantire che le macchine specializzate necessarie per svolgere il lavoro potessero essere trasportate e utilizzate. Durante questa visita gli abitanti hanno dimostrato tutta la loro gratitudine offrendo ghirlande di fiori ai volontari. È previsto che la realizzazione del progetto venga avviata nell’aprile 2019.


Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons